ARTICOLI tag

Ingrandisci testo   Riduci testo    facebook  google plus  twitter
    Home
  1. x Lui
  2. Prima di sposarsi bisogna... Riflessione per "Lui"

Prima di sposarsi bisogna... Riflessione per "Lui"

Essere uomo vuole dire formazione, crescita, lavoro

'Il fidanzato deve arrivare all'altare competente in umanità, dopo un percorso di crescita. Cosa significa sposarsi senza un 'mestiere'?'

|

|

Uomo

Pixabay.com

Prima di sposarsi bisogna essere definiti come uomini. Non puoi sposarti se non lo sei. Non puoi neanche iniziare una convivenza senza questo presupposto: naufragherà o nella migliore delle ipotesi proseguirà tra tante burrasche. Definirsi come uomo, vuole dire formazione, crescita, lavoro.

Formazione

Formarsi non solo alla scuola dell'obbligo e nei percorsi universitari: restano necessarie e anch'esse formano l'uomo. È necessario formarsi, parallelamente, a una scuola che purtroppo "non esiste". Una scuola che t' insegni l'Amore, la conoscenza del tuo corpo e il corpo della donna, la conoscenza di base della psicologia. Una scuola che ti prepari all'umanità. In questo formarsi bisogna crescere: scuola di precetto e scuola di umanità.

Crescita

Crescere vuole dire scegliere. La scelta nella vita non è mai facile: chiede di rinunciare a qualcosa. Ma sarà poi proprio così? Che quando scegliamo, allo stesso tempo, rinunciamo? O in realtà, nel ragionare sulla via migliore da seguire, nel discernere tra lo scegliere A o B, semplicemente, ci rendiamo conto di seguire ciò che ci rende la gioia nel cuore?

Scegliere è un lavoro di purificazione.

Resta il fatto che non è semplice scegliere: arreca sofferenza, non si dorme la notte. Il consiglio delle persone equilibrate e sagge, di persone che hanno saputo fare scelte mature e felici nella loro vita è da accettare. Attenzione! Bisogna chiedere il consiglio, mai che strada scegliere. Siamo noi che dobbiamo scegliere: a noi l'ultima parola.

Diffida sempre di chi ti dice cosa scegliere. Chi vuole scegliere per te non è saggio, non ti vuole veramente bene e forse, un po', sta facendo il suo interesse. Questo significa appunto crescere: scegliere autonomamente, sentiti i consigli e i pareri di persone assennate.

Lavoro

Della crescita fa parte anche il lavoro. Come puoi sposarti se ti manca la voglia di lavorare? Chi mantiene la famiglia che vai a formare: tua moglie? Tua moglie fa la sua parte, tu devi fare la tua. Lavorare non vuol dire solo avere un lavoro, un posto di lavoro, nel momento in cui ti sposi. Vuole dire essere, lavorativamente parlando s'intende. Significa "avere tra le mani", saper fare, un mestiere: sono un carpentiere, elettricista, architetto, avvocato, scrittore, falegname, geometra, medico, ecc.

Puoi anche sposarti se non hai un lavoro. Non puoi sposarti se non sai fare qualcosa. Perché non è mancanza di lavoro, ma mancanza di una direzione data alla tua vita presente e futura. Vuole dire  che non sai ancora cosa fare nella via e della vita. Figuriamoci sposarsi...

Il lavoro non è la vocazione, ma è certamente una missione per l'uomo che si sposa. Lo scrivo per un cattolico e più in generale, per un cristiano. Ma è valido anche per te che non lo sei, che non credi. Per te che hai deciso di andare a convivere. Queste sono cose di base, vengono prima della fede: per chi ne ha.

L'esempio di Giuseppe

Lo spiego con un esempio così da essere più chiaro.

Giuseppe, il padre di Gesù, è noto essere stato un falegname. Lo era già prima di sposarsi. Questo passaggio lo evidenzio. Un falegname prima di sposarsi. Mestiere appreso durante la sua gioventù, nel periodo del suo formarsi come uomo.

Sappiamo che Giuseppe, Maria e Gesù, furono costretti a scappare dalla loro terra, perché il Re Erode voleva uccidere Gesù (Vangelo di Matteo, Capitolo 2, versetti 1-21). Una famiglia profuga. Rifugiato in Egitto con tutto il nucleo familiare e senza un lavoro, come avrà dato da mangiare alla sua famiglia? Abbiamo scritto del fatto che egli fosse un falegname. Nei vangeli non è riportato, ma è presumibile abbia praticato il suo mestiere da qualche parte in Egitto.

L'esempio di Giuseppe cosa ci deve insegnare: ti puoi sposare senza un lavoro, non senza "arte né parte". Il saper fare un lavoro identifica, nel senso che dà identità, all'uomo che devi essere, prima di sposarti.

Presentarsi all'altare: Conclusione

Diventare uomo è un processo che impegna tutta la vita. Ci sono basi fondamentali da gettare in momenti, fasi, precise della vita. Saltarle è semplice e facile: si fa meno fatica. Formarsi, scegliere per crescere autonomamente, sviluppare competenze per un lavoro, trovare la strada giusta da seguire, costano tanto sudore. E importante presentarsi all'altare competenti, con una buona preparazione alla scuola di umanità, un mestiere che sia identitario della persona, un buon percorso di crescita.

arrow up